• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

Si sono formalmente costituiti i nuovi enti che si occuperanno della difesa del suolo regionale

 

fitopanoramaSi avvicina a conclusione, con la nomina dei presidenti e degli uffici di presidenza, il processo di formazione dei nuovi Consorzi di Bonifica. Si sono costituiti, ai sensi della recente riforma del settore della Regione Toscana (LRT 79/2012), i nuovi enti che vanno a sostituirsi ai precedenti 13 nelle mansioni di manutenzione dei corsi d’acqua, difesa del suolo e gestione delle emergenze idrogeologiche della Toscana.

Per il Consorzio di Bonifica Alto Valdarno, che riunisce il Consorzio Bonifica Valdichiana Aretina e le Unione dei Comuni Pratomagno, Casentino, Valtiberina e Valdichiana Senese, è stato eletto presidente Paolo Tamburini, presidente uscente del Consorzio di Bonifica Valdichiana Aretina. Vicepresidente è Marco Betti, terzo componente l’ufficio di presidenza Paolo Renzetti.

Per il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, che sostituisce i Consorzi di Bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio, Area Fiorentina, Toscana Centrale, e le Unione di Comuni Alta Val di Bisenzio, Mugello e Val di Sieve è stato eletto Marco Bottino, presidente uscente del Consorzio di Bonifica Area Fiorentina. Sarà affiancato dal vicepresidente Adriano Borgioli e da Caterina Biti, in rappresentanza del Comune di Firenze, di cui è assessore all’Ambiente.

Per il Consorzio di Bonifica Basso Valdarno, che va a sostituire i Consorzi di Bonifica Padule di Fucecchio, Ufficio Fiumi e Fossi e Val d’Era, presidente è stato eletto Marco Monaco, già presidente del Consorzio di Bonifica Ufficio Fiumi e Fossi. Vicepresidente è Maurizio Ventavoli e terzo membro dell’ufficio di presidenza Paolo Zalum.

Il nuovo Consorzio di Bonifica Toscana Costa (che prende il posto del Consorzi di Bonifica Alta Maremma e Colline Livornesi, oltre che dell’Unione dei Comuni Alta Val di Cecina) è guidato dal presidente Giancarlo Vallesi, già presidente del Consorzio di Bonifica Alta Maremma. Nel ruolo di vicepresidente è stato eletto Francesco Filippi e terzo membro dell’ufficio di presidenza è Gianfranco Spinetti.

Presidente del Consorzio di Bonifica Toscana Sud, che prende il posto dei Consorzi Grossetana e Osa Albegna e delle Unioni dei Comuni Colline del Fiora, Val di Merse e Val d’Orcia, è stato eletto Fabio Bellacchi, già presidente del Consorzio Bonifica Grossetana. Vicepresidente del Consorzio è Mauro Ciani e terzo componente dell’ufficio di presidenza il sindaco di Buonconvento, Marco Mariotti.

Restano da scegliere gli organismi del Consorzio di Bonifica Toscana Nord, che va a sostituire i Consorzi di Bonifica Auser Bientina e Versilia Massaciuccoli, oltre alle Unioni dei Comuni della Lunigiana e della Media Valle del Serchio.

“Finisce la fase sperimentale della Riforma – spiega Marco Bottino per Urbat - . Ora iniziamo a lavorare davvero perché questi enti, come vuole la Riforma stessa, siano la spina dorsale della difesa del suolo e la sicurezza idrogeologica in Toscana. Dimostraremo con il nostro quotidiano lavoro e con l’esempio quanto siano destituite di fondamento le ultime polemiche che si sono sviluppate nella Regione Toscana circa l’ipotesi di superamento di questi enti‏”.

Credits