• Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo
    Più si cura l'acqua, più sicuri tutti. Con il tuo contributo

    Il nuovo tributo di bonifica

    Maggiori info
  • la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    la Toscana dei fiumi e dell'ambiente
    Maggiori info
  • EMERGENZA PIOGGIA?
    EMERGENZA PIOGGIA?

    I consorzi di bonifica ci sono!

    Maggiori info
  • Agricoltura e bonifica
    Agricoltura e bonifica

    I Consorzi da sempre a fianco degli agricoltori

    Maggiori info
  • la cura dei corsi d'acqua
    la cura dei corsi d'acqua

    un lavoro costante per la sicurezza idraulica

    Maggiori info
  • Amici della natura
    Amici della natura

    i consorzi di bonifica a difesa dell'ambiente

    Maggiori info

Vecchiano, 7 marzo 2018 - Sabato 10 marzo il Consorzio di Bonifica Toscana Nord apre al pubblico l'impianto di fitodepurazione e lo illustra ai cittadini organizzando una visita guidata gratuita e aperta a tutti.
“La visita giunge al termine del percorso che ha portato alla firma del contratto di Lago e che ha visto riuniti cittadini, Enti e Istituzioni impegnati a studiare e valutare soluzioni ai problemi che affliggono il Lago di Massaciuccoli – spiega il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – Il ringraziamento va quindi ha tutti i soggetti che hanno portato avanti questo processo, ed in particolare all’associazione “Comunità Interattive”: a cinque anni dalla costruzione del tavolo, i risultati raggiunti con la sperimentazione ci consentono di affermare con certezza che l'impianto di fitodepurazione è una soluzione efficace, in grado di ridurre il carico di nitrati e fosfati delle acque che confluiscono al lago".

Saranno presenti anche il Sindaco di Vecchiano, Massimiliano Angori e l'Assessore del Comune di Massarosa, Agnese Marchetti.

L'impianto, realizzato dal Consorzio nel 2013, mette a confronto tre metodi differenti di depurazione naturale delle acque usate in agricoltura, acque che vengono immesse nel circuito e fuoriescono alleggerite dei carichi di nitrati e fosfati e quindi di migliore qualità.

Lo studio per l'alto valore di sperimentazione scientifica condotta dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, è attenzionato a livello europeo e ha prodotto in 5 anni, risultati ottimali sull'abbattimento di sostanze inquinanti, tanto che il Consorzio ha ottenuto un finanziamento della Regione Toscana per realizzare l'estensione della superficie e il conseguente aumento della quantità di acqua trattata.

"Sabato visiteremo l'impianto insieme ai cittadini, alle Istituzioni e a quanti hanno a cuore il tema ambientale per mostrare una soluzione migliorativa per l'ambiente e per il territorio che è già realtà e che il Consorzio gestisce da 5 anni - spiega il Presidente del Consorzio Bonifica Ismaele Ridolfi - L'occasione è importante data la contestuale presenza sia dei nostri tecnici che degli studiosi della Scuola Sant'Anna che ringrazio per la disponibilità." 

Credits